A tutta birra: alla ricerca del luppolo italiano

Ore 16,15 - Piazza Mantegna

20/05/2018

La prima esperienza di coltivazione di luppolo risale al 1876 e fu condotta a Marano sul Panaro nella tenuta del Marchese Montecuccoli. I risultati furono più che incoraggianti e il prodotto ottenne un pubblico riconoscimento da numerosi fabbricanti di birra, italiani e stranieri, e una menzione onorevole all'esposizione internazionale di Hagenau, nell'Alsazia. Per la coltivazione vennero usate varietà provenienti dalla Stiria e dalla Boemia. Oltre un secolo più tardi, nel 2011, sempre a Marano sul Panaro, Emilia Muratori, Eugenio Pellicciari, Andrea Fabbri e Tommaso Ganino decisero di percorrere la tortuosa strada del rilancio di questa coltura, convinti della reale possibilità di poter ottenere risultati incoraggianti. Oggi le varietà di luppolo italiane nate da questo iniziativa sono tre. Durante l’incontro, oltre a presentare nel dettaglio i risultati di questa ricerca in campo, sarà possibile far emergere la qualità e le potenzialità dei luppoli italiani in vista della produzione di cultivar “commerciali”.

Programma, I protagonisti del Festival

Condividi facebook share twitter share pinterest share
Omeganet - Internet Partner