Cacciatori di CO2

domenica 7 maggio, ore 15.30 - Teatro Scientifico Bibiena

Dall’ingegneria un aiuto per ridurre e valorizzare gli sprechi

La ratifica dell’Accordo di Parigi mostra che il mondo ha intenzione di abbattere le emissioni di gas serra. Dopo secoli di sviluppo alimentato da combustibili fossili, il nostro intero sistema produttivo deve adeguarsi rapidamente ai nuovi obiettivi e le speranze di molti sono riposte nelle cosiddette tecnologie “verdi”. Stiamo assistendo a un boom di fonti rinnovabili, ma dobbiamo cambiare anche il modo in cui costruiamo e smaltiamo i beni di consumo, compreso il cibo. Serve, insomma, un approccio globale e multidisciplinare. In questa conferenza, Guido Saracco lancia al pubblico una sfida: perché non provare a trasformare la causa del nostro più grande problema in una risorsa? Perché non provare a sfruttare la CO2, il diossido di carbonio, per produrre nuovi materiali? Perché non provare a creare simbiosi industriali nelle aziende agricole per riuscire a ridurre gli scarti o a renderli redditizi? 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner