Polvere di spezie

domenica 7 maggio, ore 11.00 - Piazza Mantegna

C’era una volta nell’estremo Oriente lo strano paese di Barimbambà. Qui viveva il nostro protagonista, Hamir, che trascorreva la sua vita lavorando senza sosta. Il suo unico desiderio era quello di diventare un uomo ricchissimo e così sotto il sole cocente con lo sguardo sempre rivolto verso il basso conosceva il mondo solamente attraverso le sue ombre. Niente poteva distrarlo… ma un giorno il messaggero del Sultano AlìMohamedAbduGiaggiulùGranKhan Etciù annuncia che la Principessa Fiord’Arancio si è gravemente ammalata ed altro rimedio non vi è per guarirla che il profumo di tre spezie: cannella, zenzero e cardamomo. Il Sultano esaudirà qualsiasi desiderio a colui che riuscirà nell’impresa. Inizia così un viaggio in terre lontane che farà scoprire, proprio grazie alle tre spezie, al giovane Hamir dove si nasconde “la più grande ricchezza del mondo”.
Musiche dal vivo di Ilaria Fantin
A cura di StivalaccioTeatro, appuntamento in collaborazione con Play with Food - La scena del cibo
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner