Quanto è sostenibile il cibo che mangiamo?

domenica 7 maggio, ore 16.00 - Piazza Mantegna

L’agricoltura impatta sull'ambiente. Tutte le attività umane lo fanno. Ma è possibile misurare questo impatto? La contabilità ambientale ha sviluppato una serie di strumenti sempre più raffinati per farlo. In tal modo si riesce a misurare l'impronta idrica di un formaggio o l'impronta ecologica di un campo di grano. Oppure si può quantificare la CO2 rilasciata nell'atmosfera per produrre un salame o i fitofarmaci impiegati per un bicchiere di vino. L'Italia ha delle peculiarità territoriali e un patrimonio enogastronomico unici al mondo. Possiamo conoscerli meglio e tutelarli con la contabilità ambientale? Ma come funziona esattamente? Misura davvero la sostenibilità del cibo? Cosa dobbiamo sapere per interpretare correttamente le informazioni che fornisce? 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner